Tutti gli articoli di admin

Quad e motori in montagna

Il circolo di Trento di Legambiente esprime la sua decisa contrarietà alla manifestazione/raduno “Quad in quota” prevista nelle giornate del 10 e 11 giugno nella valle del Biois (BL) e su Col Margherita (TN) e autorizzata da comuni e servizi forestali.

Al di là delle considerazioni note su possibile disturbo alla fauna e dei possibili danni al manto erboso, colpisce l’insistenza di alcuni territori a proporre iniziative legate ad un turismo incompatibile con le esigenze della tutela e dell’educazione ambientale.

I motori a scoppio inquinano e disturbano. Ove possibile, il loro utilizzo deve essere disincentivato da chi governa. Continuare a proporre un modello di “divertimento” legato al rombo di motori su strade e fuoristrada è diseducativo ed anacronistico, e non soltanto negli ambienti delicati delle nostre montagne, tutelate dall’Unesco e dalla Convenzione delle Alpi. Assecondare iniziative di questo tipo non ha senso nemmeno se coinvolgono molti potenziali turisti (pensiamo ad esempio all’evitabile raduno/benedizione di migliaia di moto rombanti che invadevano Trento nello stesso giorno in cui a Bolzano si correva “ViviCittà”…) in quanto, appunto, propone/supporta modelli di svago da abbandonare perché incompatibili con l’etica ambientale moderna.

A maggior ragione in questo caso in cui 50 persone una volta l’anno non portano certo alcun vantaggio economico al territorio, la cosa risulta del tutto insensata. Se non è una gara, vanno piano e l’interesse sta nel  godere le bellezze del territorio, le stesse persone potrebbero visitarlo a piedi o con mezzi meno inquinanti e più facili da trasportare.

Gita a Cavalese

Il circolo di Trento di Legambiente organizza una visita guidata agli impianti di BioEnergia Fiemme di Cavalese per conoscere i dettagli di una realtà virtuosa nell’ambito del recupero di materiali e della produzione energetica.

La visità è programmata per il 17 giugno, questo il programma:

-ore 9.00 partenza da Area ex Zuffo (ritrovo 8.45);

-ore 10.15/10.30 arrivo a Cavalese;

-10.30-12.00 visita impianti;

-se bella giornata trasferimento a Passo Oclini con pranzo in Malga o al sacco a scelta e passeggiata fino in cima al Corno Bianco.

Rientro a Trento nel tardo pomeriggio.
Invitiamo tutti gli iscritti (e non) a venire, in tal caso confermando l’adesione scrivendo a info@legambientetrento.it

LO SFRUTTAMENTO IDROELETTRICO SULLE ALPI: LO STATO DELL’ARTE

SABATO 20 MAGGIO 2017 a MALE’ dalle 8:45 presso la Sala Assemblee della sede della Comunità della Valle di Sole (Via IV Novembre, 4) si terrà una giornata informativa
dal titolo LO SFRUTTAMENTO IDROELETTRICO SULLE ALPI: LO STATO DELL’ARTE

organizzata dal comitato permanente per la difesa delle acque del Trentino. Interverranno numerosi esperti di varie istituzioni ed associazioni (anche Legambiente), modererà Salvatore Ferrari di Italia Nostra. Siete tutti invitati.

“SOS TERRA, ABBIAMO UN PROBLEMA”

Appuntamento a tema ambientale al Trento Film Festival: il 3 maggio, alle 21, all’Auditorium Santa Chiara, una  serata evento dedicata al pianeta Terra e ai gravi problemi ambientali legati al riscaldamento globale. Evento che vedrà la partecipazione straordinaria di Teresa Mannino.

Temi che saranno trattati da una prospettiva particolare, attraverso un straordinario viaggio nel cosmo insieme all’astronauta Umberto Guidoni, il quale ci farà scoprire come il nostro pianeta, dallo spazio, appaia come un’immensa palla luminosa e colorata, piena di vita, facendoci capire ancora di più quanto sia importante salvaguardarlo.

Continua la lettura di “SOS TERRA, ABBIAMO UN PROBLEMA”

Don’T Flush Your Freedom

Si conclude questa settimana la rassegna “Clorofilla a Trento” Mercoledì 29/3 sarà proiettato (sempre presso la sala Auditorium della Circoscrizione S.Giuseppe/S.Chiara in via Giusti 35 alle ore 20.30) il film “Don’t Flush Your Freedom” di Federica Miglio, Alessandro Turci (60 min. – Italia 2015) Il documentario racconta da vicino, sullo sfondo di New Mexico, Malawi e Filippine e nell’arco di un anno, il mondo e la filosofia EARTHSHIP: le bioarchitettura creata dall’architetto americano Mike Reynolds Ricordiamo che l’ingresso è libero e che il film sarà persentato e commentato con un esperto di progettazione edilizia sostenibile.

Bioresistenze

Prosegue la rassegna Clorofilla a Trento
Mercoledì 22/3 sarà proiettato (sempre presso la sala Auditorium della Circoscrizione S.Giuseppe/S.Chiara in via Giusti 35 alle ore 20.30) il film Bioresistenze di Guido Turus, Elisabetta Angelillo ( 45 min. – Italia 2016 ).

Un viaggio alla scoperta di quell’agricoltura che, nel nostro paese, resiste alle mafie, al deturpamento ambientale e paesaggistico, che tutela e valorizza le diversità biologiche e culturali del territorio.

Ricordiamo che l’ingresso è libero e che il film sarà persentato e commentato con il regista Guido Turus

Clorofilla a Trento

Il circolo di Trento di Legambiente organizza la quarta edizione della rassegna “Clorofilla a Trento”. Scopriamo perché è un bene impegnarsi per l’ambiente e nel sociale, attraverso i film del Clorofilla Film Festival e non solo. Li vedremo e commenteremo con esperti delle tematiche proposte. Le proiezioni si terrano presso la Sala Auditorium Circoscrizione San Giuseppe Santa Chiara in via Giusti, 35 a Trento. Questo il Programma:

Mercoledì 8/3/2017, ore 20.30
Sono cosa nostra (2015, 50′)
di Simone Aleandri (tema: legalità)

Mercoledì  15/3/2017 ore 20.30
Arte Sella. La città delle idee (2016. 50′)
di Luca Bergamaschi, Katia Bernardi (tema: arte e paesaggio)

Mercoledì  22/3/2017 ore 20.30
Bioresistenze (2015, 45′)
di Guido Turus  (tema: agricoltura)

Mercoledì  29/3/2017 ore 20.30
Don’t flush your freedom (2015, 61′)
di Federica Miglio, Alessandro Turci  (tema: bioarchitettura)

L’ingresso è libero, intervenite numerosi!
Durante le serate sarà possibile effettuare il tesseramento 2017 a Legambiente

Pendolaria 2016: Trento promossa, ma si può fare di più

È stato presentato oggi a Palermo il rapporto Pendolaria 2016 che presenta la situazione in Italia del trasporto pendolare su ferrovia.

Ogni giorno sono quasi 5,5 milioni le persone che prendono i treni per spostarsi per ragioni di lavoro o di studio, di cui 2milioni e 832mila usufruiscono del servizio ferroviario regionale, mentre oltre 2milioni e 655mila prendono le metropolitane, presenti in sole 7 città italiane. Si tratta quindi di un servizio che interessa moltissimi italiani, ma che sconta grandissime disomogeneità, con poche regioni in cui vengono destinate risorse costanti al trasporto locale e molte ove vengono tagliate le risorse e conseguentemente diminuiscono anche i passeggeri.

Continua la lettura di Pendolaria 2016: Trento promossa, ma si può fare di più