Archivi categoria: Ultime notizie

The latest news from the Joomla! Team

SALVIAMO IL PARCO DELLO STELVIO

Save the Stelvio National Park! Noi ci proviamo! 

Siamo stati a parlare con l’assessore provinciale Mauro Gilmozzi e poi in Terza Commissione consiliare, lunedì. Eravamo come sempre insieme alle altre associazioni ambientaliste, con le quali lavoriamo uniti da anni sul fronte del Parco dello Stelvio. Ecco la lettera che abbiamo consegnato ai membri della Terza Commissione. Aiutateci, scrivete al Ministero dicendo che un Parco Nazionale non deve morire di inedia!
  Qui di seguito trovcate la lettera che abbiamo comseganto alla Terza commissione Consiliare.

Oggetto: richiesta audizione urgente in Terza Commissione permanente del Consiglio della Provincia autonoma di Trento sul futuro del Parco Nazionale dello Stelvio.

Dal “Corriere del Trentino” del 1 febbraio abbiamo appreso che al terzo punto all’ordine del giorno della convocazione della Commissione dei Dodici di martedì 4 febbraio era stato inserito l’esame della Norma di attuazione relativa al Parco Nazionale dello Stelvio.


 

Continua la lettura di SALVIAMO IL PARCO DELLO STELVIO

CLOROFILLA FILM FESTIVAL A TRENTO, RIFIUTI

Vi aspettiamo giovedì sera alle 20.30, per l’ultima proiezione della Rassegna Clorofilla Film Festival a Trento. Il documentario che andrà in sala è “La crociera delle bucce di banana” (2012) ; dedicato alla difficile lotta di una donna per una gestione corretta dei rifiuti sulla piccola isola di Stromboli.

Sarà questa volta il turno dei tema dei rifiuti, uno dei grandi classici di Legambiente. Sala pubblica della Circoscrizione San Giuseppe, incrocio con via Perini. Ingresso gratuito, chiediamo una piccola donazione o il tesseramento per sostenerci.

Dopo la proiezione parleremo anche delle prospettive nella gestione dei rifiuti con Mauro Facchinelli, responsabile Rifiuiti di Legambiente Trento.

 

 

Clorofilla Film festival Rassegna a Trento, mercoledì sera

Questa settimana l’appuntamento con il Clorofilla film festival è anticipato al mercoledì (12/2), sempre alle 20.30 presso la sala auditorium della circoscrizione San Giuseppe Santa Chiara in via Giusti 35, Trento. Si parlerà di orti urbani con il film God save the green di Michele Mellara e Alessandro Rossi (2012, 73′)

 A seguire discuteremo con gli esperti di Legambiente sull’importanza delle pratiche agricole per la vivibilità urbana.

 

Continua la lettura di Clorofilla Film festival Rassegna a Trento, mercoledì sera

Giovedì film! Si parla dell’esperienza danese di produzione energetica.

Per la rassegna Clorofilla film festival a Trento, ricordiamo l’appuntamento di

Giovedì 6/2/2014 ore 20.30 presso la sala auditorium della circoscrizione San Giuseppe Santa Chiara in via Giusti 35, Trento

Proietteremo i film

 

The Change di Fabian Ribezzo (animazione, 15′, 2012)
Good things to do di Barbara Ferrari e Thomas Peres (2012, 35′)

Alla fine della proiezione discuteremo di energia e cambiamenti climatici con Mirco Elena

L’ingresso è libero (offerta gradita). Sarà possibile anche effettuare il tesseramento 2014 a Legambiente 

 

Continua la lettura di Giovedì film! Si parla dell’esperienza danese di produzione energetica.

Clorofilla Film Festival Rassegna di cinema e ambiente a Trento

Giovedì sera proiettiamo il bel documentario “Piccola Terra” di Michele Trentini, autore anche dell’intenso docu “Cheyenne”. “Piccola Terra” racconta la storia di successo del recupero di antichi terrezzamenti e di una nuova socialità che si riprende la montagna e i sapienti esiti delle fatiche antiche.

Vi aspettiamo !

Scopriamo perché è un bene impegnarsi per l’ambiente, attraverso i film del Clorofilla Film Festival. Li vedremo e commenteremo con esperti delle varie tematiche ambientali proposte.

Le proiezioni si svolgeranno nella sala Auditorium della circoscrizione San Giuseppe Santa Chiara, in via Giusti 35. L’ingresso è libero. Durante le serate sarà possibile effettuare il tesseramento 2014 a Legambiente

 Questo il programma delle prossime proiezioni: 


Giovedì 30/1/2014, ore 20.30 – tema:  recupero di suolo
Piccola terra di Michele Trentini (2012, 54′)

Giovedì 6/2/2014 ore 20.30 – tema: cambiamenti climatici 
The Change di Fabian Ribezzo (animazione, 15′, 2012)
Good things to do di Barbara Ferrari e Thomas Peres (2012, 35′)

Mercoledì 12/2/2014 ore 20.30 – tema: orti urbani
God save the green di Michele Mellara e Alessandro Rossi (2012, 73′)

Giovedì 20/2/2014 ore 20.30 – tema: rifiuti
La crociera delle bucce di banana di Salvo Manzone (2012, 27’)

 

Clorofilla Film Festival a Trento

Scopriamo perché è un bene impegnarsi per l’ambiente, attraverso i film del Clorofilla Film Festival. Li vedremo e commenteremo con esperti delle varie tematiche ambientali proposte.

Le proiezioni si svolgeranno nella sala Auditorium della circoscrizione San Giuseppe Santa Chiara, in via Giusti 35. L’ingresso è libero. Durante le serate sarà possibile effettuare il tesseramento 2014 a Legambiente

 Questo il programma: 

Giovedì 23/1/2014, ore 20.30 – tema: consumo di suolo
Il suolo minacciato di Nicola Dall’Olio (2009, 50′)

Giovedì 30/1/2014, ore 20.30 – tema:  recupero di suolo
Piccola terra di Michele Trentini (2012, 54′)

Giovedì 6/2/2014 ore 20.30 – tema: cambiamenti climatici 
The Change di Fabian Ribezzo (animazione, 15′, 2012)
Good things to do di Barbara Ferrari e Thomas Peres (2012, 35′)

Mercoledì 12/2/2014 ore 20.30 – tema: orti urbani
God save the green di Michele Mellara e Alessandro Rossi (2012, 73′)

Giovedì 20/2/2014 ore 20.30 – tema: rifiuti
La crociera delle bucce di banana di Salvo Manzone (2012, 27’) 

 Intervenite numerosi!

Scaricate e diffondete la locandina 

SOS Animali: Legambiente lancia la nuova campagna contro illegalità, abusi, maltrattamenti

Hai telefonato per salvare un animale abbandonato e nessuno è intervenuto? Hai notato movimenti di cuccioli di non chiara provenienza e vuoi che sia fatta luce? Saresti disposto ad ospitare un animale e non sai come fare? Hai visto fare violenza su un animale e vuoi che gli autori vengano perseguiti? Hai dubbi sulle condizioni in cui è tenuto un animale? Legambiente risponderà a queste e a tantissime altre domande inviate a sosanimali@legambiente.it 

 

Petizione per salvare la val Nambino e Serodoli da nuove piste da sci.

 

NEWS GIUGNO 2014. La Comunità di valle ha rilanciato incredibilmente l’idea di realizzare gli impianti e le piste, questa volta spingendosi a ipotizzare un danno ancora peggiore, portando la ski area fino alla Val di Sole.

Le associazioni ambientaliste rilanciano quindi (18 giugno 2014) la petizione “Salviamo Serodoli – Val Nambino” . (petizione lanciata in gennaio 2014)

La petizione è promossa da CIPRA Italia, FAI, Italia Nostra, Legambiente, LIPU, Mountain Wilderness, PAN – EPPAA, WWF. Il nostro sito ospita, in accordo con le altre associazioni proponenti, la petizione.

I firmatari si rivolgono alle Giunte e ai Consigli della Comunità di Valle delle Giudicarie, della Provincia autonoma di Trento e del Comune di Pinzolo affinché la VAL NAMBINO a Madonna di Campiglio e la soprastante famosissima zona dei 5 LAGHI rimangano intatte nella loro splendida bellezza. Firma anche tu, usando questo link!
 
Hanno firmato sinora 1003 persone (6/2014

Nel corso del 2013 la Comunità di Valle delle Giudicarie ha approvato il Documento preliminare del Piano Territoriale di Comunità. Il Documento preliminare prevede, fra altre cose, la possibilità di ampliare le aree sciistiche della valle, in particolare prevedendo la possibilità di realizzare nuove piste da sci anche nella pregiatissima e molto amata zona di Val Nambino – 5 Laghi – Serodoli.

Si tratta di ambiti paesaggisticamente e naturalisticamente splendidi, riconosciuti da moltissimi residenti e visitatori come luoghi di grande fascino e bellezza.

La Carovana delle Alpi di Legambiente ha attribuito nell’estate del 2013 la Bandiera Nera, come indice di una cattiva pratica di governance del territorio alpino, alla Comunità di Valle proprio per l’approvazione di tale Documento di Pianificazione.

Anche alcune associazioni e comitati locali si stanno esprimendo contro questa previsione.

 

A questo link si possono trovare i materiali informativi delal Comuità di Valle delle Giudicarie http://www.comunitadellegiudicarie.it/menu-servizi/urbanistica/piano-territoriale-della-comunita.html

 

Rocco, il nostro cane anziano.

“Io e Rocco, noi e il vento d’inverno. La mia carezza di Natale, al rifugio.
E’ una carezza che ti scivola dolcemente sulla groppa, antico cane, e tu assecondi pacifico questo contatto umano, e un lieve brivido ti smuove il corpo, mentre la voglia di correre accende anche la mia eccitazione. E poi … poi si corre, io e te.
Grazie di esistere ! ” – dal taccuino della nostra Responsabile Animali Maddalena. Rocco è il cane anziano che Legambiente Trento supporta.
)
 
Rocco è stato salvato dal gruppo informale LIFE IS STILL ALIVE dopo dieci anni di canile in Puglia, dove viveva recluso, senza socializzazione e senza mai uscire, per giunta etichettato come cane aggressivo, e portato poi presso una bella pensione qui in Trentino, a Martignano. Legambiente Trento ha deciso di supportare il suo caso, le spese del suo mantenimento, insieme ad un gruppo di donatori fissi e altri non costanti, che ringraziamo di cuore per la loro generosità.
Chi volesse donare lo può fare via paypal su alpinatura@legambientetrento.it , con bonifico bancario sul conto corrente postale di Trento 70729082- IBAN IT-97- I-07601-01800-000070729082 intestato a Legambiente Trento. Scrivere sempre la causale “Rocco il cane”, di modo da permetterci di destinare la donazione a Rocco, e anche di ringraziarvi , per questo vi invitiamo sempre ad avvisarci della donazione alla mail alpinatura@legambientetrento.it 
Spendiamo circa 150 euro al mese per lui, coprendo il costo del cibo e delle spese vive di gestione. La sua storia vuole accendere un riflettore sul dramma dei cani reclusi nei canili italiani, abbandonati troppo spesso da istituzioni e Stato a condizioni inadeguate, cariche di sofferenza e prive di futuro. Legambiente chiede che i canili siano gestiti in modo da far uscire i cani, socializzarli, recuperarli dal punto di vista comportamentale se serve, promuoverne le adozioni e in primis, facendoli vivere bene, con cure, spazi, cibo, relazioni giuste e di qualità consone alla loro etologia di animali sociali. Lo facciamo perché il cane è l’animale che da forse 30.000 anni (secondo recenti scoperte fossili) condivide con la nostra specie una particolarissima e unica relazione interspecifica, che per alcuni potrebbe spingersi ad essere stata una forma di coevoluzione. Chi ha cambiato chi? E chi cambia, ogni giorno, nei milioni di relazioni uomo-cane?